Strada Facendo

Una famiglia in viaggio

Benvenuti nel nostro blog!

Almeno una volta a settimana cerchiamo di pubblicare aggiornamenti, consigli di viaggio e tutorial. Vogliamo condividere con voi il nostro viaggio e soprattutto la nostra esperienza, gli imprevisti che ci possono capitare (in particolare viaggiando con il camper) cercando di essere d'ispirazione e d'aiuto.

Mont Saint-Michel

Una piccola collina che si trasforma in isola con l’alta marea è l’attrazione più sognata di ogni camperista che si rispetti. Prima o poi si ingrana la marcia direzione Normandia. Purtroppo però si rischia di rimanere delusi perché la magia viene offuscata da vari fattori. Primo fra tutti la marea umana che si riversa quotidianamente su quel piccolo scoglio, rischiando di farlo sprofondare (non ne rimarrei per nulla sorpresa di legger tale notizia un giorno o l’altro). Secondo fattore: l’effetto Disneyland che fanno tutte le perfettissime casette e stradine che compongono il villaggio abbarbicato sulla collinetta. Terzo ed ultimo: la rara occasione dell’alta marea che rende davvero speciale lo scenario della bella abbazia medievale circondata dall’oceano. Ma, come ho già detto, Mont Saint-Michel rimane comunque la meta imprescindibile.
Per un vero effetto WOW, invece, vi consigliamo di spalmarvi di antizanzare e di andarla ad ammirare dal tramonto fino a notte fonda, sedendovi sui gradoni della diga.

Informazioni di servizio per i camperisti che ancora non hanno visitato Mont Saint-Michel: ci sono almeno tre possibili diverse soste.
  1. Un’area attrezzata a Pontorson, a qualche chilometro da Le-Mont-Saint-Michel, per poi raggiungere l’area dei bus navetta gratuiti autonomamente tramite i mezzi pubblici, bici, moto...
  2. Il parcheggio Camper P8 (senza servizi, costo 24h a 17,60€ in alta stagione) a 400 mt a piedi dall’area dei bus navetta gratuiti.
  3. Un campeggio a 150 mt dall’area dei bus navetta.

Per ulteriori informazioni:

https://www.ot-montsaintmichel.com/index.htm


Comments

Perpignan

E’ la città più a sud della Francia, a ridosso del confine con la Spagna... o forse è meglio dire della Catalogna. La voglia di indipendenza si respira forte qui. Si capisce subito che i suoi cittadini non si sentono francesi. Il giorno della nostra visita la città era invasa dai manifestanti a favore della liberazione dei prigionieri politici: ricordate il famoso referendum pro secessione?

Molto ben curata, la sua modernità ci è parsa ben integrata con la sua natura molto antica. Vale sicuramente la visita. Ci siamo fermati la notte nell’area attrezzata presso Les Olivier de la Canterrane (area completamente gratuita) a Trouillas e per visitare la città invece abbiamo parcheggiato vicino al teatro (alcuni stalli sono molto lunghi).

Comments

Camargue

Camargue, non solo sale...

Sicuramente più godibile in primavera ed in estate ma munitevi di spray anti zanzare perché non ne vedrete mai così tante in vita vostra, di tutte le misure. La Camargue è famosa per i suoi bellissimi cavalli e per i moltissimi uccelli selvatici che si fermano nei suoi molteplici stagni d’acqua salata e soprattutto per i fenicotteri rosa, che siamo riusciti a vedere nonostante sia già da tempo iniziata la migrazione. È stata una vera sorpresa!


Comments

Saint Remy de Provence

È sempre un piacere tornare a Saint-Remy: mantiene la sua magica atmosfera in ogni stagione. Una passeggiata nel centro in una mattinata ancora umida della pioggia della notte.



Comments

Il viaggio continua...

A novembre il Midi non esprime tutto il suo potenziale si sa, ma anche in questa stagione può avere delle attrattive. In questo breve video vi mostriamo alcune immagini girate a Hyeres, Les Sablettes a La Seyne sur Mer ed Aix en Provence. Buona visione... a presto!



Comments

Mostra altri articoli

CERCA NEL BLOG
CANALI SOCIAL
SUPPORTATE IL NOSTRO PROGETTO
CATEGORIE
{{post.caption ? post.caption.text : ''}}
View
January 1st 2017
88